Rendiconti 5×1000

Come prescritto dalle leggi vigenti, al fine di rendere trasparente l’utilizzo dei fondi del 5×1000 che arrivano dallo Stato Italiano a Nasara per il Burkina, abbiamo inserito nei bilanci la destinazione dei soldi ricevuti e ne diamo pubblicità attraverso questo sito.
Dall’anno fiscale 2016 la nostra associazione redige dei Bilanci sociali che si trovano in questa pagina; nei bilanci sociali, composti da “Bilancio con nota integrativa” e “Relazione di Missione”, sono dettagliate tutte le nostre attività.

Come Nasara per il Burkina utilizza il tuo 5 per mille
Data Contributo Anno rif.to denuncia redditi Preferenze Utilizzo
Totali 2009-2017 148.455,08 2.907
ago. 17 25.980,44 2015
  • 6.500,00€ per acquisto pnnelli fotovoltaici per il centro sociale Djicofè
  • 6.499,44€ costi di gestione Centro Djicofè
  • 6.500,00€ per progetti Ospedale Don Orione Ouagadougou
  • 2.980,00€ per spedizione prossimo container
  • 1.500,00€ per spese generali e di funzionamento
  • 2.000,00€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
nov. 16 26.517,31 2014 380
  • 5.100€ per progetti centro sociale Djicofè
  • 5.100€ per progetto “100 pollai Djicofè” co-finanziato dalla Regione Toscana
  • 5.100€ per progetti umanitari zona Tenkodogo
  • 4.000€ per spedizione prossimo container
  • 4.000€ aumento Fondo Solidarietà Sostegni a Distanza
  • 1.217,31€ per spese generali e di funzionamento
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
nov. 15 20.058,72 2013 397
  • 6.019,57€ per la costruzione della terza aula all’asilo di Djicofè
  • 6.019,57€ per il finanziamento di una ricerca sulle medicine tradizionali africane
  • 6.019,57€ da utilizzare per progetti umanitari nella zona di Tenkodogo
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
ott. 14 17.585,59 2012 314
  • 5.195€ utilizzati per la creazione di un fondo da utilizzare per la spedizione del prossimo container
  • 5.195€ utilizzati per la gestione della scuola materna a Djicofè
  • 5.195€ da utilizzare per progetti umanitari nella zona di Tenkodogo
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
ago. 13 16.222,60 2011 367
  • 9.480€ utilizzati per la spedizione di un container
  • 4.740€ utilizzati per la gestione della scuola materna a Djicofè
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
nov. 12 11.108,64 2010 365
  • 6.072€ utilizzati ad agosto 2013 come contributo per la spedizione di un container
  • i residuali 3.036€ sono stati utilizzati per la costruzione della scuola materna a Djicofè
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
sett. 11 9.879,50 2009 301
  • 3.920€ utilizzati come contributo per la spedizione di un container
  • con i residuali 3.959,50€ si è costituito un fondo da utilizzare nella costruzione della scuola materna a Djicofè
  • 2.000€ a parziale copertura delle spese di utilizzo della macchina che i volontari di Nasara per il Burkina usano quando sono in missione
dic. 10 12.019,25 2008 287
  • 8.332€ utilizzati per spedire un container
  • 3.521€ per la costruzione di una modesta casa di una persona bisognosa la cui abitazione era stata demolita dalla municipalità cittadina per la costruzione di una strada
  • 210€ per la manutenzione ordinaria della casa che i volontari dell’associazione usano a Ouagadougou
dic. 09 9.083,03 2007 204
  • 50% come contributo per le spedizione di un container che ha consentito di portare in Burkina Faso molte apparecchiature mediche tra cui una TAC, vestiario, materiale elettrico e meccanico
  • 50% come contributo per la realizzazione del pozzo di Rouaghin, finanziato anche da alcuni privati